× Benvenuti nel forum del Maitaclì!

Questo spazio va usato per i nostri messaggi.

quelli rimasti in Asmara dopo il 1943

Di più
02/10/2010 18:23 #6061 da Francesco
Caro Giacinto ,
anzitutto do il benvenuto a Piero .Complimenti per il tuo nipotino .Ed ogni tanto non ti sciupare a scrivermi .
Scusa se mi intrometto ,ma gli articoli di Chiasserini si trovano sull'home page ,colonna sinistra in basso .Basta cliccare e stampare e l'amico Piero avrà tutta la pubblicazione in tempo reale .Scusami ,Giaci' , certamente ti sara' sfuggito .
Mercoledi' ripartiro' per la Sicilia .Mi è rimasto il rammarico di non essermi potuto incontrare con Antonio a causa dei suoi problemi di salute.E ,sopratutto,di non avergli consegnato i pasticcini a base di mandorle che ho fatto appositamente confezionare dalle Benedettine di un'abbazia chiaramontana secolare di Agrigento .
Comunque ,se ne parlera' a novembre ,mese in cui la rossa ( che piu' rossa non si puo' ) Toscana riavra' l'onore di ospitarmi di nuovo . Invio a te e Lina una "buona festa dei Nonni ",anche a nome di Lucia.
Un caro saluto anche per Piero .
Francesco
______________________________
vedi homepage

Eritrea 1941-1951

Gli anni difficili

(di Eros Chiasserini)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
02/10/2010 16:58 #6060 da Giacinto-Matarazzo
Un benvenuto all'amico Piero. In merito a quanto chiedi con il tuo post è possibile poterlo leggere su "ERITREA - 1941-1951 GLI ANNI DIFFICILI" di Eros Chiasserini.
Un dettagliato e ben documentato documento storico dal quale potrai apprendere e renderti conto di cosa hanno attraversato gli italiani in quel periodo.
Io sono come Annamaria Goffi, siamo stati compagni di classe alle superiori, ma leggendo quanto scritto dal Chiasserini mi
sono venuti in mente tanti episodi, uno dei quali l'ho vissuto in prima persona.
Ho vissuto in Eritrea, prevalentemente a Massaua dal 1937 al 1952, incluso i 5 anni di superiori frequentate all'Asmara. Dopo l'abilitazione mi sono trasferito ad Assab per lavoro e là sono rimasto sino al 1961, anno del mio rimpattrio definitivo e anno in cui iniziarono i primi moti tra eritrei ed etiopici che poi sfociarono nella guerra che ha portato alla distruzione di tutto quanto fu creato dai cosidetti <COLONIALISTI>.
Il fatto che vissi. Rintracciato dalla polizia inglese al mio indirizzo in Asmara in una sera del marzo 1950, fui portato all'ospedale Regina Elena per riconoscere una persona di Massaua che mi doveva recapitare un pacchetto mandatomi da mio padre (ecco la ragione del perchè fui subito rintracciato, sul pacchetto c'era il mio indirizzo).
Sapevo di dover ricevere tale pacchetto perchè avvsato telefonicamente da mio padre. Mio padre era pilota del porto a Massaua. La persona che dovetti riconoscere perchè brutalmente massacrata era il capo segnalatore del porto Giulio Nacamuli, mandato in missione ad Asmara per servizio dal comando del porto e quindi sotto scorta e con automezzo dell'amministrazione. Ma era un italiano. Era un mio carissimo amico, aveva solo 19 anni.
Che dirti di più.Lo scritto del Chiasserini è raggruppato in un fascicolo, chiedi alla redazione del Mai Taclì come averlo.Comunque si possono fare delle fotocopie, se vuoi ti posso agevolare. Io abito a Gaeta.
Cordialità
Giacinto Matarazzo

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
02/10/2010 06:47 #6054 da Annamaria-Goffi
Caro Piero,io c'ero ma ero un pò piccolina per sapere perbene le cose.Pare siano stati gli inglesi ad armare gli scifta per creare il panico fra gli italiani,per cui molti partirono,altri fecero rimpatriare le loro famiglie.Mio padre
decise di rimanere e continuare a lavorare( era titolare del bar Impero).Gli inglesi ricordo ,facevano periodicamente delle retate sia al cinema Impero che al bar.Di questo ho un brutto ricordo...specie di quella in cui arrestarono anche un amico di papà(che era al cinema)e che attraverso i vetri della porta che divideva appunto il bar dal cinema,gli chiedeva aiuto:un aiuto che papà non potè dare essendo anche lui piantonato dai soldati inglesi.Furono tutti imbarcati sul NOVA SCOTIA!!!!!Papà visse per anni con un senso di colpa(che non aveva)e immensa fu la sua gioia,dopo anni,alla notizia che l'amico era uno dei rari superstiti ed era a Dar Es Salam.Papà non si pentì mai di essere rimasto,poichè gli fu sempre dato modo di lavorare serenamente nonostante le cose brutte che purtroppo successero:i delitti degli scifta! Io vissi anni felici (troppo giovane per pensare a brutte
cose) Andai a scuola, mi diplomai e, nel 54 ,purtroppo
dovemmo rimpatriare per motivi di salute di papà.Questa però
si rivelò poi una fortuna poiche ci evitò di tornare...come
l'aretino Pietro..con una mano davanti e l'altra dietro.Questo per quanto riguarda la famiglia Goffi e me che amo ancora moltissimo l'Eritrea ae ci torno ogni volta che posposso.Ciao

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
02/10/2010 01:05 - 02/10/2010 07:39 #6044 da Nocerino
Gentile Piero, inanzi tutti faccio il ben venuto qui nel forum. Io personalmente non posso rispondere alla vostra domando ma sono sicura ne avra una risposta molto presto dagli altri frequentatori piu' esperti.
Pero allo stesso tempo posso dire che i miei genitori hanno visuti li in quella bellissima terra molti hanni indietro dico anni 30 fino il 57, personalmente non so perche' sono tornati in italia perche' stavano molto bene. Comunque un briciollo che so' e che gli scifta venivono pagati dagli inglesi per fare quello che dice lei.

Vedra presto vi arrivera' una risposta.

Di nuovo ben venuto nel forum del Mai Tacli spero che rimanera' qui con noi e spero che raccontera' un po di lei e il suo periodo in Eritrea e in quale posto stava, dove' nato ecc ecc.

A presto
Sonia
Ultima Modifica: 02/10/2010 07:39 da Nocerino.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
01/10/2010 16:24 #6038 da pimastro
Carissimi,
non sono ancora esperto di forum e, pertanto, mi scuso.

La mia domanda:

ecco, una cosa che vorrei chiedere al forum o a chi saprà darmi una risposta: come mai nel 43 ci hanno buttato fuori da Asmara facendoci credere che gli scifta avrebbero massacrato tutti gli italiani e, invece, moltissimi sono rimassti e, addirittura, tanti sono o tornati o andati per la prima volta ?

Grazie e a presto

Piero

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.472 secondi