× Benvenuti nel forum del Maitaclì!

Questo spazio va usato per i nostri messaggi.

NATALE 2013

Di più
07/12/2013 08:37 #20500 da wania
[justify]Che belle che erano quelle scale! Noi tutte col grembiulino bianco salivamo quelle a destra e voi col grembiulino nero salivate quelle a sinistra. Le nostre maestre erano le suore di sant'anna e la Direttrice si chiamava Suor Anna Dorina....Bei tempi eh? Ciao carlo, buongiorno, buona giornata e buon natale! [/justify]

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Carlo Di Salvo
07/12/2013 08:28 #20499 da Carlo Di Salvo
Cara Lulù io invece ricordo tante cose del mio primo periodo eritreo, la Befana del 1940 me la ricordo ancora quando papà venne a casa nella nostra villetta di Ghinda con un pacchetto appena giunto dall'Italia in cui vi erano dei regalini che mi mandavano gli zii, i nonni ed anche le mie cugine più grandi di me e mi ricordo che vi era anche una bellissima penna stilografica ed una scatola di matite colorate perché tra poco avrei iniziato le scuole che però dovetti iniziare in ritardo, a Ghinda non vi erano le scuole, le iniziai in ritardo quando papà ebbe la malaria perniciosa e fummo trasferiti ad Asmara, dove iniziai a salire le scale di via Gustavo Bianchi.-

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
07/12/2013 06:57 - 07/12/2013 07:04 #20498 da wania
[justify] CARLO a Natale del 1939 avevi 6 anni e te lo ricordi così bene! Il mio primo Natale in Eritrea fu quello del 1938, anch'io avevo 6 anni quel Natale lì e non me lo ricordo per niente. Di quand'ero così piccina ricordo di più l'Epifania; si perché quel giorno c'erano i regali e a casa mia venivano disposti in bella mostra su una grande tavola vestita con una bel panno tricolore...molti regali arrivavano dall'Italia, dai nonni, gli zii. gli amici lontani e mi veniva detto che la Befana non era potuta arrivare fin laggiù da noi...e che aveva lasciato i nostri balocchi in Italia dai nonni dagli zii e dagli amici. Io ci credevo...ricordo una bella bambola, un monopattino con tanto di freccia rossa che si poteva girare a desta e a sinistra, un bel cerchio di legno con bacchettina elegante....tanti bellissimo doni, però io mi divertivo di più ad andare nel laghetto col coperchio di baule e pescare girini.....[/justify]
Allegati:
Ultima Modifica: 07/12/2013 07:04 da wania.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Carlo Di Salvo
05/12/2013 17:37 #20490 da Carlo Di Salvo
Un Natale indimenticabile: giunsi a Massaua con mamma con il Francesco Crispi (raggiungevamo papà) la vigilia del Santo Natale del 1939 lo stesso giorno in littorina raggiungemmo la nostra prima sede in Eritrea a Ghinda dove papà era capostazione in ferrovia, la nostra meravigliosa villetta, circondata da un altrettanto meraviglioso giardino era a 50 m. dalla stazione.
All'indomani primo nostro Natale in Eritrea ci svegliammo al cinguettio di migliaia di uccellini dai colori più vari che si possano immaginare, l'aria di Ghinda, anzi la sua eterna primavera, ci accolsero in quel Santo Giorno, ci vestimmo in fretta perché dovevamo raggiungere a piedi il Buon Respiro distante dalla nostra villetta circa 3 km., dove avremmo assistito alla Santa Messa di Natale al Campo sotto un cielo di cristallo azzurro.
Camion, automobili, motociclette erano ferme in un piazzale adiacente dove si sarebbe svolta la cerimonia, tutto attorno alberi di alto fusto dove si arrampicavano rampicanti di fioritissime bouganvillee tra i cui rami uccelli cinguettavano senza sosta.
Su un altare all'aperto nel piazzale, accanto cui su un alto pennone sventolava il nostro tricolore stemmato, ebbe inizio la Santa Messa di Natale, la commozione era alle stelle, nel silenzio rotto solo dal canto degli uccelli, le parole del sacerdote cappuccino (allora in latino) furono ascoltate con grande commozione, alla predica il sacerdote ci ricordò coloro che avevamo lasciati nella ormai lontana Madre Patria e qualche lacrima apparve a molti dei presenti.
Attorno a noi intanto carovane di dromedari ed asinelli con le ghirbe per l'acqua guidati da fanciulli e fanciulle eritrei passavano di continuo a ricordarci che eravamo nella nostra amata ERITREA.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
05/12/2013 16:57 - 05/12/2013 17:27 #20489 da wania




Sole e caldo non ne ho, non me lo chiedete per favore. Auguri.
Allegati:
Ultima Modifica: 05/12/2013 17:27 da wania.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
05/12/2013 16:57 #20488 da wania
[justify]Ma, io, sinceramente, vorrei essere a Massaua, al sole caldo, senza neanche un ciuffo di eucaliptus per fare un alberello da addobbare, con Gesù, Giuseppe e Maria nella barchetta che va, il bue e l'asinello che se la godono, tanto, dice Silvano, non devono riscaldare nessuno........e invece........al freddo e al gelo siamo, tanti freddissimi auguri a tutti, in anticipo ma affettuosi.[/justify]

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.277 secondi