× Benvenuti nel forum del Maitaclì!

Questo spazio va usato per i nostri messaggi.

L'ANGOLO DELLA POESIA ..... e Di ALTRO

Di più
16/03/2012 12:58 #12015 da Francesco
Cara Nadia , peccato che tu non possa leggermi ,nemica come sei del pc .Quante volte ti ho esortato ad imparare , ma tu picche .Sono sicuro che per inviare i tuoi bei pensieri ,sicuramente , avrai coinvolto Federica , altra testona ( brava nel maneggiare questo pc ) ,ma nemica di essere coinvolta nel forum ,malgrado i miei reiterati inviti.
L'altra sera ,quando mi hai comunicato di avere ricevuto il gladio ,perchè non mi hai accennato nulla ?Riceverai questo post ,son sicuro ,tramite Federica .
Salutami tua sorella Lilia e domandele se le ginocchia le fanno ancora male per causa mia .Nel maggio dl lontano '49 ,mentre il buon padre Zenone ci stava insegnando il catechisimo ( preparazione per la Prima Comunione e Cresima )del successivo 5 giugno )io ,buontempone come sempre , le feci uno scherzo ,lei reagi' ed il buon Zenone la puni' lasciandola in ginocchio per il restante tempo del catechisimo .Il futuro vescovo non si era accorto che la causa era del sottoscritto maschiaccio .Lilia l'episodio lo ricorda bene , in quanto ne parlo' quando c'incontrammo a Perugia .
Resto in attesa della tua venuta ad Agrigento assieme a Federica .A proposito Federica è amica di Anna Narrante .Vedi quant'è piccolo il mondo.
Un abbraccio dal tuo fratello putativo Franco .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
16/03/2012 08:36 #12012 da Narrante
Wania buongiorno,
E cosa intendevi fare?
Serbare solo nel tuo cuore questi bei pensieri che
parlano di noi, del nostro vissuto in quella terra lontana che noi continuiamo ad amare e a ricordare...
Versi che profumano di Asmara, di Cheren, dell'Eritrea tutta!

Brava Nadia Cucchi, grazie!
Grazie anche a te Wania per averci reso partecipi di questo ulteriore...tesoro!
Silvano

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
16/03/2012 04:27 #12011 da wania
[justify]Nadia Cucchi è una di noi, è nata all'Asmara e vive a Roma. La conosciamo tutti per aver letto alcuni suoi bellissimi scritti sul Mai Tacli' (l'ultimo - in due parti - dal titolo "Gino e Giuseppina", nei numeri 3 e 5 del 2011)Ci siamo sentite spesso in questi ultimi tristi tempi. Mi ha affidato alcuni suoi pensieri.......non posso tenerli solo per me....ve li propongo[justify]


Di Nadia Cucchi:

Che ne sanno gli altri del nostro incantesimo africano,
Loro lo ammantano di biliosi giudizi

Che ne sanno gli altri della terra vermiglia, dei suoi colori, dei suoi profumi, dei sapori, dei suoi spazi infiniti
Loro hanno orizzonti limitati.

Che ne sanno gli altri dell'intensa condivisione di quell'epica storia,
Loro hanno vissuto il disinganno

Che ne sanno gli altri di Keren, di Barentù, dell'Amba Alagi
Loro ignorano i nostri eroi

Che ne sanno gli altri della forza affratellante.....
Loro vivono il gioco delle apparenze

Che ne sanno gli altri dei nostri ricordi pregni di amore e di nostalgie,
Loro ignorano le magiche sintonie

Che ne sanno gli altri del lacerante soffrire insieme,
Loro erano divisi

Che ne sanno gli altri della disperazione dei forzati rimpatri,
Loro erano indifferenti

Che ne sanno gli altri del Mai Tacli' nostro cuore pulsante
Loro hanno fragili cose

Che ne sanno gli altri di Marcello Melani
Loro ignorano.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
11/03/2012 00:02 #11971 da AnnaMary.F
Bravo Francesco belle le poesie buona notte

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10/03/2012 23:46 #11970 da Francesco
« Io che conosco bene l'idee tue
so' certo che quer pollo che te magni,
se vengo giù, sarà diviso in due:
mezzo a te, mezzo a me...Semo compagni
No, no - rispose er Gatto senza core -
io non divido gnente co' nessuno:
fo er socialista quanno sto a diggiuno,
ma quanno magno so' conservatore »





(Trilussa, Er compagno scompagno)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10/03/2012 23:45 #11969 da Francesco
« Sai ched'è la statistica? È na' cosa
che serve pe fà un conto in generale
de la gente che nasce, che sta male,
che more, che va in carcere e che spósa.
Ma pè me la statistica curiosa
è dove c'entra la percentuale,
pè via che, lì, la media è sempre eguale
puro co' la persona bisognosa.
Me spiego: da li conti che se fanno
seconno le statistiche d'adesso
risurta che te tocca un pollo all'anno:
e, se nun entra nelle spese tue,
t'entra ne la statistica lo stesso
perch'è c'è un antro che ne magna due. »





(Trilussa, La Statistica)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.284 secondi