× Benvenuti nel forum del Maitaclì!

Questo spazio va usato per i nostri messaggi.

L'ANGOLO DELLA POESIA ..... e Di ALTRO

Di più
05/11/2010 06:42 #6302 da Nocerino
Ciao e saluti a tutti che leggono questa stanza.
Ciao Agau, chi sa' dove sei? comunque ti faccio tanti auguri in ovunque ti trovi che sei sempre contento e felice e sereno. La prossima volta che vado in quella pagoda di Buddha faccio alcune foto e le mettero' qui ciao e buon divertimento con un abbraccio abissino/asmarino la cangura.
Nel mio libretto quello che ce' scritto per la giornata di oggi e.

ignorance leads to egoism,
egoism
to selfishness,
selfishness
to resentment,
resentment
to anger,
anger
to hatred,
hatred to annihilation



ignoranza porta sul egoismo
goismo
porta su egoista
risentimento
porta su rabbia
rabbia
porta su odio
odio
porta su annientamento

saluti a tutti sonia la cangura


:)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
26/10/2010 02:16 #6267 da Agau-del-Semien
Ciao Sonia-Kangaroo,

anch'io ho fatto una esperienza che non esito a definire unica, straordinaria e utilissima.
L'anno scorso, nel mio vagabondare ho trascorso un intero mese in un monastero buddista in Birmania.
Il maestro, un vietnamita di circa 60 anni, molto colto, pensa, citava a memoria passi del vangelo, del vecchio testamento, della torah, del corano e parlava numerose lingue locali e inglese e francese.

Fisicamente l'esperienza e' stata durissima. Dormire... per un intero mese su di una stuoia e ricevere due scodelline di riso bollito e 3 tea al giorno e' stata una situazione difficile ma, l'esperienza e l'arricchimento interiore che ho ricevuto hanno largamente ricompensato le altre fatiche.

Non ci si poteva rivolgere a nessuno all'interno del monastero e solo con il maestro si poteva dialogare ma unicamente quando lui rivolgeva la parola a noi.

Il loro essere, il loro modo di porsi e di porre la vita e le vicende legate ad essa sono una cosa che noi occidentali non sappiamo neppure dove stiano di casa. La serenità' la loro pace interiore non ha confronto con nulla di ciò' che noi abbiamo, sia materialmente e sia moralmente, soprattutto moralmente. Loro sono felici per quello poco che hanno e, ancora sono in grado di dividerlo con il fratello che ha meno di loro! Proprio come accade da noi! Bloody Hell! Sempre pronti con il coltello sotto il tavolo.

Si, se avessi fatto questa esperienza prima, quando l'età e la salute lo permettevano avrei trascorso molto più tempo in compagnia di queste meravigliose persone che, senza parlare, ti trasmettono la loro serenità, la loro pace interiore, ricchissimi di quello che non possiedono.

Saluti abissini
Agau

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
24/10/2010 02:17 #6246 da Nocerino
Ciao Agau, molto interesante tutto quello che hai scritto.

Vorrei dire che tempo fa abbiamo partecipato una funzione in una pagoda di Buddha, e direi era lunghissima, ma allo stesso tempo abbiamo veramente trovato una grande pace e serenita immensa, questo lo trovo anche' nella chiesa cattolica ma non durante la messa la trovo solo quando in chiesa non ce' nessuno e li posso riflettere in tutto cio' senza dare offerte di nessuno genere.
Tornando alla funzione di Buddha tutti ci hanno fatto sentire come uno di loro, ci hanno dato dei libretti per partecipare nel loro canto, per noi chi non capiva questi libretti erano tradotti e cosi ci a fatto sentire come eravamo a casa loro e uno di loro, nessuno a chiesto soldi. Poi unavolta tutto e finito ci siamo tutti spostati in un'altra zona dove ce stata una celebrazione di cibo, non hanno chiesto niente manco un centesimo solo una offerta a tuo piacere e direi tutti abbiamo mangiato insieme e benissimo era veramente una cosa straordinaria e saremmo alla prossima celebrazione non ci manchermo, questo accade il mese di Maggio, sapesi ce' una pace, una traquillita', un volta dentro e come stare in un'altro mondo lontano da tutto e tutti, ci si sento puri.

Ho un libro regalato da una amica cinese, in questo libro ci sono tutti in giorni del'anno e oggi ottobre 24 ti scrivo quello prima di ieri/oggi e domani.
ott 23/
the smallest good deed that arises from a sincere heart will spread throughtout the universe. veramente bella.
ott 24/
When someone scolds me, I become upset, why is it that I am not upset when this person scolds another?
ott 25/questa e per domani
One who is unselfish can begin to care for one who is selfish.
but
one who is selfish will care only for himeself. Verissimo.
Questa altra scritta e dietro di questo libro, molto bella.

Time has no beginning,
it has no end.
throughout immeasurable eons,
violence and conflict have abounded,
and body and spirit been deeply wounded,
may the time for healing begin now,
may universal peace be ours.
Saluti abissini a tutti
Sonia

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
23/10/2010 03:20 #6244 da Agau-del-Semien
Riflessioni.

A volte- recentemente molto spesso- mi capita di sentire la necessita' di isolarmi e di “stare solo”di riflettere sulle cose passate, sull'oggi e un pochetto anche sul domani, anche se il futuro, oggi come oggi mi interessa di meno.

Recentemente mi e' capitato di essere attratto dai luoghi di fede, chiese, moschee e pagode buddhiste; qui non vi sono sinagoghe o almeno io non ne ho viste e, inevitabilmente ho fatto dei paragoni tra i fedeli delle varie confessioni qui presenti e noi dei paesi evoluti (sic).

Nelle chiese cattoliche, in particolar modo durante le funzioni della Domenica, l'interno della chiesa e il cortile antistante sono gremiti di famiglie cinesi, indiane e pochi occidentali. I bambini cinesi e indiani sono moltissimi, tutti tranquilli ed attenti. I più' piccoli tenuti in braccio dai papa'.
La funzione viene celebrata in due lingue e il sacerdote praticamente e' chiamato a ripetere in inglese quello che precedentemente aveva detto in Bahasa Malasyia. Cosi facendo la messa ha tempi molto lunghi ma i fedeli rimangono attenti e devoti per tutto il tempo e ho notato che almeno il 95 % dei presenti si avvicina all'eucarestia. Qui accade quello che si vedeva da noi un secolo fa per quanto riguarda partecipazione e consenso.

Nelle moschee dove sono entrato mescolandomi ai fedeli ho respirato una semplice e chiara aria di sottomissione, fede e rispetto. Durante la preghiera ho evitato di partecipare mentalmente alla Shahada – testimonianza di fede- non ritenendo corretto farlo anche se riconosco in questa religione moltissime cose che ci legano e condivisibili.
Non ho ripetuto con gli altri presenti le due frasi seguenti. Non perché' non le accetti ma per il semplice fatto che recitandole in luogo sacro avrei abbracciato la fede islamica.
. La-ilaha illa Allah ( attesto che non vi e' Dio se non Iddio). Frase che condivido in modo assoluto!
. Wu Muhammad rasul Allah ( e che Muhammad e' l'inviato di Dio ).Frase che accetto parzialmente considerando che il profeta non sarà' certamente l'ultimo inviato da Dio sulla terra. Cosi come considero il nostro Gesù' non il primo e il solo.

Qui apro una piccola parentesi. Noi cristiani pensiamo che Gesù' sia venuto sulla terra 2000 anni fa per parlare all'uomo. Bene, ma mi chiedo perché' in Palestina? E gli indiani d'America? E i mongoli? E tutti gli altri popoli non hanno avuto le stesse possibilità' anche perché' i mezzi di comunicazione di allora erano quelli che erano.
Sono più' propenso credere che i Messaggeri di Dio sulla terra siano molto più' numerosi di quelli che noi pensiamo altrimenti, se cosi non fosse, milioni di persone non avrebbero avuto le stesse nostre possibilità' di salvezza.

Chi e dove risiede oggi il nuovo Messaggero di Dio sulla terra? E' già' giunto tra noi? In Tibet si pensa che a cicli ritmici un nuovo Inviato di Dio sia presente sulla terra.
A me piace pensare che ciò' sia vero. Verro' scomunicato dalla Santa Sede? Speriamo di no!

Saluti Abissini a tutti
Agau

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
20/10/2010 04:18 #6212 da Agau-del-Semien
IL PARADISO DEGLI ABISSINI.

Ieri ho avuto modo di accennare a Vittoria-Vicky dell'esistenza del nostro Paradiso, quello degli Abissini. Alcuni lo chiamano degli Asmarini, erroneamente credo, e' più' giusto chiamarlo degli Abissini tutti.
Infatti abbiamo avuto meravigliosi personaggi di Cheren di Massaua, di Gondar, di Decamere, di Adi Ugri, di Dessie, di Addis Abeba, quindi tutti Abissini e non solo asmarini!
Fatta questa premessa, entro nel merito di questo mio scritto.

Nessuno ha mai detto dove sia questo nostro Paradiso, da quale cielo sia avvolto.
Sin dall'antichità', moltissime civiltà' hanno cercato di collocare questo luogo in cima ad una montagna.
Nella simbolica cristiana esistono molte rappresentazioni ma sempre poste su di una montagna dalla quale discendono dei fiumi. Anche in India, nel Tibet o nel Siam o nell'antica Grecia si credeva a ciò'.

L'Agartha all'inizio del Kali-Yuga si chiamava Paradesha, che in sanscrito vuol dire “Zona suprema”, ancora, dalla parola Paradesha i caldei trassero il nome “Pardes” e noi, Paradiso!

Tornando alla montagna, come detto precedentemente, molte culture pensarono di collocare la dimora finale sulla cima di una montagna. Cosi fecero i Greci con l'Olimpo, la montagna di Qaf degli arabi, i quali sostengono che detto luogo non possa essere raggiunto ne' per mare, ne' per terra. Infatti dicono:
” la bi al barr wa la bi al bahr”. Gli indù' lo collocavano sul Meru'.

Bene, detto tutto questo per informarvi che l'Agau ha la presunzione di collocare il Paradiso degli Abissini sulle montagne dell'Abuna Josef, dove nasce il fiume per eccellenza, il Takkaze'- Setit. Fiume questo che ha il privilegio di unire, non solo simbolicamente, L'Etiopia all'Eritrea, in un tutt'uno, appunto, l'Abissinia ma di essere stato inoltre fonte battesimale delle Genti abissine.
Da oggi, quando pensate al nostro paradiso, vogliate immaginarlo cosi, sull'Amba Josef.
Grazie e saluti abissini.
Agau

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
19/10/2010 07:26 #6188 da Francesco
Agau ,scusami lo sfogo ,ma tu mi hai dato il "la".

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.426 secondi