× Benvenuti nel forum del Maitaclì!

Questo spazio va usato per i nostri messaggi.

LE CANZONI D'AFRICA ed altro

Di più
14/10/2012 23:13 #14260 da Francesco
TI SALUTO,VADO IN ABISSINIA

Si formano le schiere e i battaglion
che van marciando verso la stazion.
Hanno lasciato il loro paesello
cantando al vento un gaio ritornello.
Il treno parte e ad ogni finestrin
ripete allegramente il soldatin.

Io ti saluto e vado in Abissinia
cara Virginia, ma tornerò.

Appena giunto nell'accampamento
dal reggimento ti scriverò.
Ti manderò dall'Africa un bel fior
che nasce sotto il ciel dell'equator.
Io ti saluto e vado in Abissinia
cara Virginia, ma tornerò.

Quel giovane soldato tutto ardor
c'è chi sul petto ha i segni del valor
ma vanno insieme pieni di gaiezza
cantando gli inni della giovinezza.
Il vecchio fante che non può partir
rimpiange in cuore di non poter dir.

Io ti saluto e vado in Abissinia
cara Virginia, ma tornerò.

Appena giunto nell'accampamento
dal reggimento ti scriverò.
Ti manderò dall'Africa un bel fior
che nasce sotto il ciel dell'equator.

Io ti saluto: vado in Abissinia
cara Virginia, ma tornerò.

Dall'Alpi al mare fino all'Equator
innalzeremo ovunque il tricolor...

Io ti saluto vado in Abissinia,
cara Virginia, ma tornero'.
==============================================
Per sentir la canzone vai su YOUTUBE

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
14/10/2012 23:13 #14259 da Francesco
TI SALUTO,VADO IN ABISSINIA

Si formano le schiere e i battaglion
che van marciando verso la stazion.
Hanno lasciato il loro paesello
cantando al vento un gaio ritornello.
Il treno parte e ad ogni finestrin
ripete allegramente il soldatin.

Io ti saluto e vado in Abissinia
cara Virginia, ma tornerò.

Appena giunto nell'accampamento
dal reggimento ti scriverò.
Ti manderò dall'Africa un bel fior
che nasce sotto il ciel dell'equator.
Io ti saluto e vado in Abissinia
cara Virginia, ma tornerò.

Quel giovane soldato tutto ardor
c'è chi sul petto ha i segni del valor
ma vanno insieme pieni di gaiezza
cantando gli inni della giovinezza.
Il vecchio fante che non può partir
rimpiange in cuore di non poter dir.

Io ti saluto e vado in Abissinia
cara Virginia, ma tornerò.

Appena giunto nell'accampamento
dal reggimento ti scriverò.
Ti manderò dall'Africa un bel fior
che nasce sotto il ciel dell'equator.

Io ti saluto: vado in Abissinia
cara Virginia, ma tornerò.

Dall'Alpi al mare fino all'Equator
innalzeremo ovunque il tricolor...

Io ti saluto vado in Abissinia,
cara Virginia, ma tornero'.
==============================================
Per sentir la canzone vai su YOUTUBE

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
14/10/2012 16:08 #14256 da Francesco
CAROVANA DEL TIGRAY

Di Lazzaro -Mendes

Mentre in ciel lassù,
nella notte blu,
tremano le stelle tutte d’or,
sale da lontan,
lieve, un canto stran
pieno di nostalgico dolor.
E cantando va
nell’oscurità
chi giammai conobbe libertà.

Vanno le carovane del Tigrai
verso una stella che oramai brillerà
e più splenderà d’amor.
Mentre nell’ombra triste della sera
s’innalza un’umile preghiera
che da un brivido in ogni cuor:
"Signore, Tu che vedi tutto di lassù,
fa che doman
finisca questa schiavitù".

Vanno le carovane del Tigrai
verso una stella che oramai brillerà
e più splenderà d’amor.
Quando giunse il dì che lontan si udì
eccheggiar il rombo del cannon,
ogni schiavo allor ascoltò il calor.
Con il cuore pieno d'emozion
ora incontro va alla civiltà
e le sue catene spezzerà.

Vanno le carovane del Tigrai
Verso una stella che oramai brillerà
e più splenderà d’amor!

Mentre in ciel lassù,
nella notte blu,
tremano le stelle tutte d’or,
sale da lontan,
lieve, un canto stran
pieno di nostalgico dolor.
E cantando va
nell’oscurità
chi giammai conobbe libertà.

Vanno le carovane del Tigrai
verso una stella che oramai brillerà
e più splenderà d’amor.
Mentre nell’ombra triste della sera
s’innalza un’umile preghiera
che da un brivido in ogni cuor:
"Signore, Tu che vedi tutto di lassù,
fa che doman
finisca questa schiavitù".

Vanno le carovane del Tigrai
verso una stella che oramai brillerà
e più splenderà d’amor.
Quando giunse il dì che lontan si udì
eccheggiar il rombo del cannon,
ogni schiavo allor ascoltò il calor.
Con il cuore pieno d'emozion
ora incontro va alla civiltà
e le sue catene spezzerà.

Vanno le carovane del Tigrai
Verso una stella che oramai brillerà
e più splenderà d’amor!
==============================================
Per sentire la canzone va a YOUTUBE :Due versioni una cantata da SERRA e l'altra da BUTI

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
14/10/2012 09:02 #14251 da Francesco
Il grande lago dominato dalla mia natia Gondar che non ricordo.Il lago è il piu' esteso d'Etiopia e si trova su di un'altitudine di 1778 m/slm.Nei pressi nasce il Nilo Azzurro che confluisce sul Nilo Bianco in Sudan .

SUL LAGO TANA

Versi: Eldo Di Lazzaro Musica: Eldo Di Lazzaro
Canta : Daniele Serra
canzone tango slow

Scende dalla luna inargentata
sul lago Tana un chiaror,
canta la chitarra innamorata
una canzone d’amor
mentre lontano si sente
una fanfara che va.

Sul lago Tana
quando la notte s’avvicina
si fa il saluto alla romana
per chi combatte e per chi muor.
Sul lago Tana
nell'ombra dolce della sera
senti cantar «Faccetta Nera»
sotto le stelle tutte d’or.

Quando al figlio tuo racconterai
quello che avvenne laggiù
dentro le tue vene sentirai
tutta la tua gioventù
e ti parrà di vedere
una fanfara che va.

Sul lago Tana
quando la notte s’avvicina
si fa il saluto alla romana
per chi combatte e per chi muor.
Sul lago Tana
nell'ombra dolce della sera
с'è sulla Vetta una bandiera
che sui Caduti veglierà.
=================================================
Per chi volesse sentirla andare su YOUTUBE

EEA

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
14/10/2012 08:20 #14249 da Francesco
PER CHI VOLESSE SENTIRE LA MUSICA DELLA CANZONE DI MARIA UVA.

Occorre prima cliccare sul sonoro del tuo pc

Vai su Google

Scrivi : YOUTUBE

Da youtube scrivi "La canzone di Maria Uva"

Apparira' una videata con alcune icone in verticale

Clicca sull'ultima o penultima icona ( bandiera italiana con in campo un'aquila romana con ali spiegate )

Senti la canzone originale

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
14/10/2012 07:51 #14248 da Francesco
LA CANZONE DI MARIA UVA

( Madonnina del Legionario )
Testo di E.Frati e Musica di Dino Olivieri

“Passano di Suez il canal / le navi volte all’Africa Oriental / quand’ecco di laggiù / si leva un canto allor / è un canto che saluta il Tricolor. / O legionario va, e come un giorno fu / la quarta sponda a noi ritornerà.

R.: Cantava Maria Uva / i canti della sua terra / a chi partiva per la guerra / il bacio di una sorella.
Dopo tante prove di valor/ sull‘Ambe già garrisce il Tricolor / ma sotto il cielo blu / nessuno può dormir/ si pensa alla sorella di laggiù/ e l‘eco porta ancor /di quel sublime cuor / il canto dell’attesa e dell’amor.

R.: Cantava…

Sorridi, Maria Uva, / ritornan già le navi degli eroi / ricanta ancor per noi ”


Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.575 secondi