× Benvenuti nel forum del Maitaclì!

Questo spazio va usato per i nostri messaggi.

TUTTI CON CARLO: Asmara e dintorni

Di più
02/11/2012 18:34 #14591 da Francesco
X CARLO e SILVANO

ECCELLENTI FOTO . Grazie
EEA

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
02/11/2012 18:26 - 12/12/2012 18:01 #14589 da Narrante
...foto in ordine sparso...senza meta... un po' quà un po' là...

L'imponente valle del MaiHenzì

Arbaroba: guardando verso le porte del diavolo....

Il maestoso vallone del Dorfu...

Il Monte Gaab domina sulla valle del MaiHenzì

Panorama verso sud-est della "Rift-Valley"

Il Monte Gaab domina la vallata circostante

La stazione di Arbaroba malridotta dopo 30 anni di guerra...

L'attuale stato di abbandono (1993) della stazione di Arbaroba

I resti distrutti di quella che fu una fra le più alte ferrovie del mondo..

Il punto dove camionale, ponte e fornace si incontrano

Valle del Dorfu: dove le vette sono più alte...il verde sparisce

Arbaroba: I bimbi sono i primi ad accorrere

Il Monte Bizen: vietato alle donne - I monaci non le vogliono!

Asmara-Massaua: strade, viadotti e gallerie...resistono

Valle del Mai Henzì: panorama sul vecchio tracciato...

Panorama sulla Valle del Mai Henzì e sul tracciato stradale

Splendida veduta verso l'impervia valle

Veduta verso la camionale e la ferrovia

Embatkalla: panorama verso la fertile conca

Ghinda: Il ponte ferroviario all'ingresso del paese.

Ghinda - La palazzina del Municipio

Acquaiolo e asinello con ghirba per rifornimento acqua

Autobotte fornita dalla collaborazione italiana

L'ex capostazione di Ghinda riconosce e ospita Carlo

L'ex-capostazione di Ghinda posa con con la famiglia

Miriam prepara l'acqua calda per il ciai...

Cascata di bouganvilles, abbelliscono il piazzale

I malridotti resti di quella che fu la casa di Carlo...

Quella che fu la casa di Carlo ai tempi di Ghinda....

Ghinda il piazzale della stazione. Le mucche fanno la guardia


La pensilina della stazione di Ghinda

Ghinda: abitazioni rabberciate alla...meno peggio...

Piccoli amici accorrono per la foto ricordo...

Ghinda: l'esterno della stazione rallegrato dal gruppo di amici...

Campi nei pressi della stazione di Ghinda al momento imnattiva

Ghinda: l'alternativa alla ferrovia in...cammino

Una allegra e giocosa comitiva posa per Carlo

Il mite e laborioso asinello non TEME la sfida!!
Di Salvo senior Capostazione a Mai-Atal

Di Salvo senior col figlio di un manovratore

Mai Atal: i ruderi della vecchia stazione

Ricostruzione della stazione di Mai Atal

Parte della vecchia linea ripristinata

La ricostruzione prosegue a piccoli...passi

La ferrovia prosegue...con la moto GUZZI...

Padre Protasio osserva incuriosito l'insolito ma utile carrello

Il carrello GUZZI arma indispensabile per il collaudo

Mai Atal, per difendersi dalle iene si ricorre alle palafitte...terrestri

Dogali: il vecchio forte saati teatro di un'epica battaglia

Dogali: monumento ai caduti della battaglia del 1887

Lapide a ricordo dei soldati italiani caduti a Dogali

Veduta della piana teatro dei combattimenti

Dogali - Panorama dei luoghi ove avvennero i combattimenti

veduta verso Nord, Nord-Est, della zona interessata

Altra veduta panoramica della piana circostante il colle

Il ponte Desset con la dedica a perenne ricordo dei caduti

Moncullo - linea ferroviaria e ponte "Hamasat" riattati

Parte dei vagoni ripristinati dopo la guerra dei tren'anni...

Ingresso del nuovo cimitero italiano

Il cimitero dove riposano tutti gli italiani morti in Eritrea

Otumlo - Lapide ricordo posta all'interno del cimitero

L'esploratore africano Barone Raimondo Franchetti
trova i resti dell'ex garibaldino Giulietti


La spedizione di Giulietti in Dancalia si trasformò in una strage

Stele a ricordo dei soldati coloniali caduti in Eritrea

Il custode arabo mostra il loculo di Raimondo Franchetti

Monumento dedicato al Barone Raimondo Franchetti

Il relitto della Cristoforo Colombo al centro del porto di Massaua

La Cristoforo Colombo ai tempi d'oro, ricevuta a Massaua con una gran "parata"

Massaua - Monumento in ricordo dei piloti caduti con l'aereo

Si tratta di Forte Saati nei pressi di Dogali...

GHINDA: Carlo osserva i dromedari intenti al meritato riposo

Carlo, prudentemente, tenta... una carezza al dromedario

Gruppo di Ibis in esplorazione sul recinto di una villetta

L'Ibis: uccello sacro ai faraoni. Schierati sul tetto...in bella mostra
Ultima Modifica: 12/12/2012 18:01 da Narrante.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
20/10/2012 11:01 #14382 da wania
[justify] Grazie ugualmente, di cuore! Il ritardo non diminuisce la nostra gioia ed il piacere di ritrovarci con Carlo laggiù nei luoghi dei nostri mitici anni verdi. Grazie Carlo, grazie Silvano, continuate cosi'. Bravi, bravissimi! Un abbraccio.[/justify]

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
20/10/2012 10:43 - 31/10/2012 17:58 #14381 da Narrante
Carlo cambia direzione...si va verso Senafé via Decameré


Spettacolare alba sulla camionale verso Decameré

I colori dell'alba, con le sue mille sfumature, ci...precedono

Galline faraone sono in perlustrazione...

faraone in cerca di tranquillità per deporre le uova...

Il vecchio cimitero italiano di Decameré

Masso con targa commemorativa in onore F.Martini - a. 1903

Targa posta, nel 1903, dal Regio Corpo Truppe Coloniali a ricordo del governatore F. Martini - Targa bivalente con funzioni di cartello stradale...

Verso la valle degli imponenti sicomeri

Seganeiti: la grande valle dei sicomori

Valle Degghera Libè meglio nota come "valle dei sicomori"

Fra una duna e un'amba cespugliosa, il sicomoro fa sfoggio di sé

incontro nell'imponente scenario della valle dei sicomori

nella valle si incontrano sicomori dalle fogge più strane

fra fichi d'india e cespugli i sicomori sovrastano tutto il resto

Sicomoro, dall'equilibrio apparentemente precario,
in realtà affonda le sue radici nella viva roccia...

Un'altro sicomoro imponente: se non entra nello schermo del vostro
TV è tempo che ne compriate uno con Maxi-schermo-Panoramico...


Addì Cahié: suggestivo panorama verso Amba Tericà

Mai Serau: una ridente e fertile località ridotta in rovine

I fertili campi di Mai Serau ridotti in terra brulla

Mai Serau: i resti del pozzo che sorgeva vicino al torrente

Panorama di Mandefera e delle ambe che la circondano

La piccola conca di Mandafera col bel laghetto
Mandafera nei pressi di Adi Cahiet

Le ande circostanti e la strada verso Adi Cahiet

un pianoro fra precipizi, terra brulla e arida

Ambe formate da aglomerati rocciosi verso Senafé

Panorama verso Monte Soira: in lontananza sulla sinistra

Panorama verso Senafé con le tipiche e strane ambe rocciose

Oltre Senafé: pianori e ambe si alternano senza sosta

La valle Matara: ampia e in dolce pendìo, costellata di ambe

Oltre l'amba si intravede un ampia spianata

Valle Matara Sud: sullo sfondo la lunga amba a schiena d'asino

Il vallone di Mai-Tzagla si presenta con precipizi imponenti
Ultima Modifica: 31/10/2012 17:58 da Narrante.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
17/10/2012 14:48 #14311 da Giacinto-Matarazzo
Carlo e Silvano, anche da Assab-Dessiè-Addis Abeba. Uno studio molto in embrione poi ovviamente abbandonato. Ma i vecchi assabini dicevano che la cosa sarebbe stata fattibile in quanto a confronto della ferrovia Gibuti-Addis Abeba,(percorso che i treni,merci e passeggeri,coprivano in più di tre giornate) le difficoltà per i lavori sarebbero state minori.In effetti la carrozzabile Assab-Dessiè(Combolccià)-Addis A. fu costruita dall'impresa Vaselli in pochissimo tempo e i 1000 km.in auto si percorrevano anche in una giornata mentre i camion impiegavano un paio di giorni.Ma poi con lo scoppio della guerra tutti i sogni svanirono.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Carlo Di Salvo
17/10/2012 09:39 - 17/10/2012 15:26 #14305 da Carlo Di Salvo
Caro Silvano mi domandi se furono fatti studi per il prolungamento delle Ferrovie Eritree verso l'Etiopia, sì furono fatti degli studi su incarico del governo da parte di un ingegnere delle Ferrovie dello Stato Italiaano, ricordo di aver letto che da Tessenei la ferrovia sarebbe scesa in Etiopia quasi costeggiando i confini con il Sudan, la tratta credo sarebbe stata, costeggiando principalmente fiumi:
Da Tessenei si scendeva
nell'Amara: Celga, Gondar, Ismala Ghiorghis, Danghele, Burie.
Nel Uollega-Galla Sidamo: Ghimbi e Gimma.
Dall'ultimo non furono fatti più studi a causa dello scoppio della guerra, ma so che era intenzione del governo di allora giungere sino a Chisimaio in Somalia, altro non so dirti.-
Ultima Modifica: 17/10/2012 15:26 da Carlo Di Salvo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.457 secondi