× Benvenuti nel forum del Maitaclì!

Questo spazio va usato per i nostri messaggi.

VAI CON LA STORIA

Di più
29/08/2014 18:13 - 29/08/2014 18:52 #23129 da Agau-del-Semien
Giannina e...Corfù

"Ancora oggi non si sa chi volle quell’eccidio ma si sa a cosa portò".
Questa premessa la dice lunga sulla storia scritta in itaglia da storici itagliani. A quando un revisionismo serio? ne abbiamo bisogno in modo che i nostri nipoti sappiano la verità.
Agau

PS: Lo vollero i greci senza cercare bizantinismi tanto di moda in questo paese
Ultima Modifica: 29/08/2014 18:52 da Agau-del-Semien.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
29/08/2014 17:20 - 29/08/2014 17:26 #23128 da Narrante
Giacinto, SmartPhone,...Giannina e...Corfù

segue un documento in formato "pdf" click per
scaricarlo ed eventualmente salvarlo sul PC


La crisi...giannina...



segue un altro documento più grande e dettagliato.


Ultima Modifica: 29/08/2014 17:26 da Narrante.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
20/08/2012 12:28 #13786 da Francesco
Il nostri possedimenti nel mondo .

Tra il 1882 ed il 1890
Assab , Massaua e l'altopiano eritreo ( Africa)

Dal 1892
la Somalia (Africa )

Dal 1901,dopo che gli eserciti europei schiacciarono la cosidetta rivolta dei Boxers cinesi di Pechino ,all'Italia venne assegnata una concessione per fini commerciali a Tientsin .( Cina )

Dal 1912

La Libia strappata all'impero Ottomano ( Africa )

l'arcipelago del Dodecanesimo ( capitale Rodi)ceduto all'Italia dal predetto impero Ottomano ( Asia minore )

Dal 1936
l'ex impero etiopico ( Africa )

Dal 1939

l'ex regno di Albania ( Europa).

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
20/08/2012 11:55 #13785 da Francesco
Ho reputato opportuno creare una nuova discussione sulla storia delle nostre colonie .
Non mi voglio atteggiarmi a "professoro" , ma semplicemente per ripassare un poco di questa storia coloniale che tutti conosciamo .E ,sopratutto, per avere conoscenza di fatti e documenti (inediti nel forum).Ad esempio ,casualmente , cincischiando ( direbbe Wania )nei Web ho trovato il documento riprodotto che sconoscevo .Un documento importante che ,per noi ,rappresenta una pietra miliare sulla storia ,per tanti versi sofferta ,delle nostre colonie in Africa ed in Asia .
A questa iniziativa dovremmo collaborare tutti ,grandi e piccini .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
20/08/2012 11:39 #13784 da Francesco
CONTRATTO DI ACQUISTO DELLA BAIA DI ASSAB

Gloria a Dio.

Essendo il giorno di lunedì undecimo del mese di sciaban dell’anno 1286 secondo il computo degli islamiti, e il giorno quindici del mese di novembre dell’anno 1869 secondo l’era degli europei, Hassan-ben-Ahmad, Hbrahim-ben-Ahmad, fratelli e il signor Giuseppe Sapeto, resisi abordo del Nasser-Megid, barca di Said-Uadh, e fatto atto di presenza, stipularono quanto segue al cospetto di testimoni:

1° I fratelli sopradetti Hassan-ben-Ahmad e Hbrahim-ben-Ahmad, sultani di Assab, hanno venduto e vendono al signor Giuseppe Sapeto anzidetto, il territorio compreso tra il monte Ganga, il capo Lumah e i due suoi lati;
Perlocché il dominio del detto territorio apparterrà al signor Giuseppe Sapeto tostoché questi ne avrà sborsato il prezzo, avendoglielo essi spontaneamente venduto, volontariamente e con retta intenzione.

2° I fratelli suddetti giurano sul Corano della Distinzione, che né essi né la gente loro faranno perfidie agli europei che verranno ad abitare il paese di proprietà del signor Giuseppe Sapeto.

3° Il signor Giuseppe Sapeto compra il detto luogo per 6 mila talleri, lasciando perciò 250 talleri di caparra ai venditori, obbligandosi a pagare i rimanenti 5750 talleri fra cento giorni decorrenti dal 1° di ramadan fino al 10 del mese di beggiah. Che se il signor Giuseppe non tornasse più, né altri venisse in sua vece nel tempo fissato, la caparra andrebbe perduta. I fratelli poi soprannominati non potranno vendere ad altri il detto luogo, avendolo già venduto al signor Giuseppe Sapeto, ed accordandogli cento giorni al pagamento del prezzo suo.

Questo è il contratto passato tra il signor Giuseppe Sapeto e i fratelli Hassan-ben-Ahmad e Hbrahim-ben-Ahmad, alla presenza dei testimoni Mahamad Abdi, Ahmad-Alì, Said-Avad, scrivano, Abh-Allah-ben-Duran.

Accettato e sottoscritto dai contraenti:
Hassan-ben-Ahamad
Hbrahim-ben-Ahmad
Giuseppe Sapeto

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.333 secondi