× Benvenuti nel forum del Maitaclì!

Questo spazio va usato per i nostri messaggi.

corrispondenza

Di più
23/03/2010 06:34 #3814 da wania
[justify]Si avvicina la PASQUA e i preparativi, nel forum, fervono.Si cercano fotografie, si parla di pranzi e tradizioni regionali (la pastiera, le uova benedette) e in questo clima movimentato e festoso mi è tornato in mente il Baobab di Natale. Sono tornata là e ho ricordato. Tornò a trovarci lo Professoro, rammento, che da qualche tempo non si faceva più sentire, e festeggiò con noi. Già, lo Professoro. All'inizio mi divertiva. Come Wania ero la sua aglieva preferita, la più brava perchè afefo la media del 4 mentre tutti li altri agliefi afefano quella del 2. Io al cinnasio sapefo le tapelline a memoria e facefo bene le aste...ero proprio prafa! Come WANIA ni divertivo molto con lo Professoro. Come CRICRI' ero troppo futile e un po' oca non lo interessavo, com TIGRE dello ZOO non ebbi mai niente a che vedere con lui e come SO' IO...mi odiava cordialmente, troppo gnorante ero! Gli preparammo una bella poltrona comoda di velluto rosso; ci disse che il rosso lo odiava(particolare importante)ma alla fine acconsenti' a sedercisi. Venendo avanti nel tempo lo Professoro accentuò quel suo parlare strampalato e divenne un po' antipatichino (non solo a me!.) Recentemente si è presentato a noi come ETTORE, un insegnate di lettere vissuto per 5 anni all'Asmara, città che ama come se ci fosse nato (altro particolare importante)e dove si è sposato con una ragazza italo eritrea ( (emulo del nostro Sceitan?), hanno tre figli.! ! ! ? ? ?Lo Professoro, col quale già non parlavo più perché mi urtava i nervi con quelle sue esagerazioni "linguistiche", come Ettore mi lasciò parecchio perplessa, non mi piacque.Ora si presenta a noi come ERASMO, si è registrato e...rompe,rompe.... ma che cosa vuole? Per gli pseudonimi c'era la stanza apposta, l'avevamo aperta per divertirci, ci siamo divertiti, un bel gioco dura poco, facciamola finita, chiunque tu sia, non credi che basti? Dai basta! ANNAMARIA: io resto della mia idea.Se la cambio te lo dirò.[/justify]

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
23/03/2010 01:10 #3813 da Francesco
Caro garibaldino Silvano ,
ricordati che nella fortezza della tua Gaeta , gli ultimi reali del Regno delle Due Sicilie Francesco II e Sofia di Wittelbasch ( quest'ultima nipote del re di Baviera , nonchè sorella dell'imperatrice Elisabetta detta Sissi , consorte di Francesco Giuseppe ),si batterono su quegli spalti con onore e sprezzo della morte contro l'arrogante generale piemontese Cialdini che bombardava da terra e da mare il castello e la citta'.
I piemontesi ,dopo essersi serviti , come apripista ,dall'armata brancaleone garibaldina ,misero da parte le camicie rosse e si impadronirono del regno con lo scopo di depredarlo e di colonizzarlo con le baionette dei bersaglieri e dei carabinieri .
In questi giorni ti narrerò il seguito .Data l'ora , mi scuserai ,ma devo andare a nanna .
Buonanotte da parte di un borbonico nostalgico ad un garibaldino ex borbonico .
Viva 'o Re!
Francesco

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
22/03/2010 22:23 #3812 da Narrante
Caro Francesco,
Forse la 2a flotta europea era mal addestrata, inefficiente, e con forti malcontenti sia nelle alte sfere che nella ciurma, altrettanto dicasi per l'esercito.
Il Regno Borbonico era fossilizzato e quindi si è fatto sorprendere da un manipolo di persone improvvisate e prive di addestramento.
Il fattore sorpresa ha fatto poi il resto.
Il popolo però, visto che le cose si mettevano male seguì e appoggiò Garibaldi.
E' vero che i Piemontesi non furono per nulla teneri, ma a dire che il Nord si arricchì a spese del sud forse è fuori dalla realtà.
So che c'è una corrente favorevole ad un'indipendenza totale della Sicilia, fenomeno che accade anche per la Sardegna. Ma sinceramente non vedo come con l'indipendenza queste due grandi isole possano migliorarsi.
Ti figuri le spese colossali che dovrebbe sopportare la Nazione Sicilia solo per aprire, consolati, ambasciate, delegazioni nei vari stati con cui dovrebbe creare ed intrattenere relazioni commerciali?
E le spese per investire sul turismo?
E le spese urgenti per la sistemazione del territorio che dovrebbero avere la massima precedenza e che forse verranno tralasciate per dar spazio a chi propone il ponte sullo stretto?
In Italia del Nord il Veneto era zona zona di grande miseria e quindi di massiccia emigrazione: è proprio vero la pellagra imperversava impietosa dimostrandosi un grande flagello dovuto alla scarsa e squilibrata alimentazione.
Però Il Veneto ha saputo utilizzare al meglio interventi statali del dopoguerra lungimiranti che la dichiararono zona depressa con agevolazioni fiscali notevoli: esenzione fiscale decennale per tutti i nuovi insediamenti industriali.
Ora il Nord-Est è una regione a grande sviluppo industriale dimostrando che ha saputo ben utilizzare le agevolazioni a suo tempo stanziate.La felice posizione geografica indubbiamente ha fatto il resto.
Sicilia e Sardegna, pur essendo regioni a Statuto Speciale, con notevoli agevolazioni fiscali, poderose iniezioni di finanziamenti statali a fondo perduto, non ha saputo cogliere l'occasione.
Non per colpa del popolo siciliano, fra cui annovero grandi e sinceri amici, ma per colpa di governanti inetti ed incapaci circondati da personaggi prepotenti ed arroganti che si sono arricchiti alle spalle dei Siciliani e degli Italiani.
Questo malcontento il popolo siciliano lo deve manifestare all'interno dei propri governanti.
Comunque non credere che nel resto d'Italia le cose vadano molto meglio siamo in pieno degrado e sinceramente non so dove andremo a finire.
La corruzione ed il malaffare dilagano a dismisura in ogni dove: Nord, Centro, Sud, Isole.
Il potente Impero Romano decadde proprio per la decadenza dei costumi, la decadenza morale e la corruzione che si propagò in tutte le sfere del comando determinandone il tracollo.
Caro Francesco ti confesso che sono profondamente preoccupato per l'avvenire dei nostri nipotini!
Cordialità, Silvano.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
22/03/2010 19:27 #3811 da Francesco
Caro Giuseppe o Silvano ,
il tuo amico Giuseppe , con i suoi mille e qualcosa , se avesse trovato un centinaio di non traditori borbonici ,sarebe stato ricacciato in mare come , in passato , si faceva con i barbareschi arabi .
Non si comprende ancora come un manipolo di avventurieri possa avuto avere il sopravvento di fronte ad un vero esercito bene armato ed una flotta ancorata nel porto di Palermo .
In Italia i traditori ci sono sempre stati ed in tutte le salse .
L'azione di Garibaldi è stata un'azione di pirateria ( avallata dietro le quinte da Cavour e da Vittorio Emanuele II )nei confronti di uno stato sovrano che vantava la seconda flotta europea .
I piemontesi , a cose fatte ,iniziarono a demolire quel che di buono c'era .Spolazione dei tesori della chiesa ,del Banco di Sicilia e di quello di Napoli , i cui fondi servirono all'industrializzazioe del nord , ove ancora la gente rurale moriva a causa della pellagra .
Da allora il nord si arricchì ed il sud inizio a morire .Ed ancora muore .A 150 da quella forzata riunificazione si parla ancora della "questione meridionale"!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
22/03/2010 18:00 #3810 da Narrante
Ciao Borbonico,
come ti trovi in questi panni!
Attento, un certo Giuseppe è in partenza da Quarto....porta seco circa 1000 seguaci...
Comunque bello lo stemma, ti confesso che non lo conoscevo!
Silvano

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
22/03/2010 17:54 - 22/03/2010 17:55 #3809 da Narrante
Annamaria,
Sono io che ho scritto una mail in Australia con copia conforme a te e alla Wania! Leggi la posta! Mi sa che il servizio postale in quel di Torino mostri delle...carenze
Ciao Silvano Narrante...pericolo costante
Ultima Modifica: 22/03/2010 17:55 da Narrante.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.577 secondi