× Benvenuti nel forum del Maitaclì!

Questo spazio va usato per i nostri messaggi.

CORRISPONDENZA n. 6

Di più
27/05/2012 16:21 - 27/05/2012 16:21 #12820 da Narrante
Dove si parla di pallanuoto a Massaua
e fotografie in quantità dei vari periodi

Riporto per i massauini, appassionati di nuoto (tipo Giacinto) un documento inviatomi ormai un paio d'anni orsono, da Silvio Niccolai, massauino doc, grande appassionato di foto collaborò con "Foto Molisso" di Massaua, prese il mio posto alla "Carrara Marson Seccenti" quando rientrai in Italia.
Il link al documento è il seguente:
Potete esplorare il suo sito, interessante e ricchissimo di fotografie dell'Eritrea: quella del Meskal molto bella e suggestiva, buon divertimento,

Click al seguente link:
Ultima Modifica: 27/05/2012 16:21 da Narrante.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
27/05/2012 10:51 #12816 da Francesco
Buongiorno Wania ,effettivamente dici il vero .Ho frequentato la P.pe di Piemonte dalla 2^cl. alla 5^.Le insegnanti laiche mie erano state le maestre Tommasini e Cammarata ( cognomi di origini sicule ).Essendo i predetti cognomi siciliani, deduco che le insegnanti fossero siciliane .La direttrice era la prof.ssa Ponzanelli ,tua conterranea .Invece le classi non erano separate per sesso ,ma miste .
L'asilo e la 1^ cl. ( ove c'era lo sceitan ) li ho frequentati dai cappuccini a Ghezzabanda .Presso questa scuola ho perso un anno .Nell'anno scolastico ( ricordo come se fosseaccaduto ieri ) 1945/46 venni ammesso alla 1^cl. con riserva ,atteso che il 6° anno di eta' l'avrei compiuto il 6 dicembre .Allora le scuole ( riforma Gentile ) iniziavano il 1° ottobre e non avevo ancora 6 anni .Ripeto, mi accettarono con riserva, in attesa del parere ministeriale ( da Roma), parere che pervenne nel mese di dicembre ( dopo avere compiuto l'eta' dei sei anni )con esito ne-ga-ti-vo .Dovevo ritornare di nuovo all'asilo ,ma io ,con uno scatto di orgoglio ,"non volli e fortemente non volli tornare indietro " .Cosi' restai a casa per l'intero anno ,dedicandomi al mio sport preferito : usare la fionda per bersagliare,nascosto dietro qualche muretto od albero , le zucche lisce e lucide ( di burro ) degli indigini che, ignari del pericolo, passavano .

Dopo qualche mese, venni folgorato sul viale Medaglie d'Oro a Ghezzabanda : con un altro scatto d'orgoglio chiesi alla mamma di potere imparare di scrittura ( le aste e le lettere )e di far di conto ( i numeri ).La mamma mi accontento' e mi mando' a lezioni private dalla figlia di un'amica ,fresca di diploma , la quale pazientemente mi imparti'le lezioni .Inizai il nuovo anno con un bagaglio del "sapere" .Insomma partii avvantaggiato rispettto ai miei compagni nuovi .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
27/05/2012 05:53 #12814 da Sceitan
Buongiorno Wania Ti vedo in lettura.Come và?Io si può dire benino,la Giusi migliora a vista d'occhio!!Sono poco presente un pò da tutte le parti!!!Un caro saluto.Sceitan!! :evil:

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
27/05/2012 05:45 #12813 da wania
[justify] PIERO, ti ho mandato la mail di Silvano. No a scuola non ci siamo incontrati; anch'io andavo alla Principe di Piemonte ma, se ti ricordi, la scuola aveva una scalinata a forcipe, i macshi salivano la rampa di sinistra, noi quella di destra e le nostre aule si trovavano in zone diverse dell'edificio. Invece la Suora, te dici che si tratta di Suor Anna Imelde? Suor Anna Imelde fu la mia maestra in 4° elementare ma non più all Principe di Piemonte bensì nella loro Casa accanto alla Cattedrale. Con gli inglesi, infatti, le suore furono sostituite da maestre laiche e loro aprirono la scuola a casa. Io continuai con le Suore nella scuola che avevano aperto a casa loro. E feci lì la quarta e la quinta. Suor Anna Imelde morì giovane, ho visto la sua tomba al Cimitero lassù all'Ambagalliano. Invece la mia maestra di quinta, Suor Anna Maria Carla l'ho rivista tante volte durante i miei viaggi del ritorno. Si ricordava bene della mia classe, ricordava i nomi di molte allieve che io ricordo , erano in classe con me......qundo andavo a trovarla era sempre molto contenta, chiamava le consorelle " venite, venite c'è una mia allieva degli anni 40 è venuta a trovarmi dall'Italia"......No, io e te non ci siamo mai incontrati, a meno che tu non sia uno di quei "maschi grandi" di 7 8 anni ( io non ne avevo ancora 6) con i quali andavo a pescare i girin.....Ma ci potremmo incontrare ora che di anni ne abbiamo 80, magari in un prossimo viaggio del ritorno, chi ce lo impedisce? AMICI TUTTI qui del forum, lo so che la domenica non ci siete, vi lascio un saluto e vi auguro una buona giornata. Bye...cisi[/justify]

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
26/05/2012 19:14 #12812 da pimastro
Carissima Wania,

si, i 4 bambini seduti per terra con le gambe incrociate, per me, sono la prima fila.

Io mi trovo nella seconda fila, il terzo da dedstra.

Certo, sono cambiato, ma mi dicono che l'espressione è rimasta sempre la stessa.

Se puoi darmi la mail di Silvano, gli invio un ingrandimento della selezione della m ia immagine così potrai vedermi meglio e, magari, ricordare (tu che hai buona memoria) se ci siamo incontrati a scuola.

Un caro affettuoso abbraccio da Piero

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
26/05/2012 17:54 #12811 da Narrante
Francesco che mi combini? ti travesti da nipotino?
ti piacerebbe eh!
dàgli in pizzicotto da parte mia...
Ciao e buona domenica a voi tutti!
Silvano

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.360 secondi