× Benvenuti nel forum del Maitaclì!

Questo spazio va usato per i nostri messaggi.

CORRISPONDENZA n. 6

Di più
08/06/2012 21:48 #12983 da wania
[justify]Caro PIERO non puoi ricordare tante cose, sei stato all'Asmara pochi anni e forse eri troppo piccolo. Ma hai ricordato il ciondolamento alle corde delle campane, bellissimo, nessuno finora ne aveva mai parlato qui....quindi vedi che anche te qualcosa puoi dire. Ti domandi come fa Carlo,....CARLO è un mostro te lo dico io che lo conosco bene! ! E poi è stato in Eritrea molti anni e ha avuto il tempo di innamorarsene, come me e tanti altri che sono stati lì dopo le medie inferiori, quindi a 15,16 anni e oltre.. Te leggici e commenta...andrà bene così. Ciao, buonanotte.[/justify]

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
08/06/2012 21:00 #12982 da pimastro
Carissimi,
non sono andato via per la seconda volta, sono spesso presente nel forum anche se non appaio.

Mi vergogno a dirlo, ma proprio non riesco a contribuire alla vita del forum perchè, malauguratamente, ricordo pochissimo del periodo durante il quale ho vissuto all'Asmara.
Mi domando come fanno Carlo, Sceita e tutti gli altri a ricordare tanto bene tutto e tutti.
Vorrei tanto rivedere con la memoria quei tempi, ma non mi riesce.
Qualche cosa l'ho detta, ad esempio la scuola che ho frequentato, le campane della cattedrale che ho suonato, le cavallette infilate in un filo di cotone piuttosto lungo e lasciato sul terrazzo a sventolare, il nome di Mariangela Bottini che è l'unica compagna di giochi rimasta in mente, le incursioni in casa dei berretti rossi inglesi che venivano a frugare e a vedere se vi erano nascosti nostri militari fuggiti dalle colonne di autocarri provenienti dall'Amba Alagi e che le donne italiane facevano fuggire e poi nascondevano.
E' questo il caso di mio padre fatto scendere da un camion inglese, nascosto sul fondo dell'auto dell'ostetrica signora Ghezzi.
Ricordo le evoluzioni del caccia del nostro Visintin contro gli spitfire inglesi, una bussola e una calcolatrice a mano con spillo rubata su un caccia inglese abbattuto e caduto sulla collina di Ghezzabanda.
Pensate che non ricordo neanche il periodo trascorso nel campo di concentramento di Sembel prima di essere avviato a Massaua per il rimpatrio sul piroscafo Giulio Cesare, partito nel luglio del 1943.
L'unica cosa che posso fornire a Silvano, se la ritiene utile, una scansione del "lasciapassare per le colonie" rilasciato dalla questura di Napoli nel gennaio del 1939 e riguardante l'autorizzazione per mia madre autorizzata a recarsi presso il marito residente ad Asmara recando seco i tre figli minori.
Mi dispiace tanto, ma più di questo non posso arricchire il forum, anche perchè non ho nessuna persona, parente o amico, cui chiedere.
Addirittura, come ho già avuto modo di dire, non ricordo neanche l'indirizzo della casa dove ho abitato per più di 4 anni.
Forse mi sono dilungato un poco troppo.
Chiedo venia. Un caro saluto a tutti del forum.
Piero Mastrobuoni

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
08/06/2012 18:55 #12981 da wania
[justify]Bellini dovete essere in short e canottiera! ! Ma tutti a Gaeta o solo voi? Scherzi a parte, allora la foto del Raduno 1978 non è necessario che la mandi a Silvano per fargliela mettere in "cartoline"? Dimmelo te. Ciao a tutti. [/justify]

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
08/06/2012 18:50 #12980 da wania
[justify]Ecco son tornata. SILVANO chi c'era in chatte? Anche te da piccino giocavi a chi c'è c'è e chi non c'è non c'è?. Ora siamo tutti grandi e si gioca a chi non c'è! !Ti diverti te?.......Bye cisi! [/justify]

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
08/06/2012 17:01 #12979 da Giacinto-Matarazzo
WANIA, qui siamo in short e canottiera e le spiagge brulicano di gente.In merito alla foto del raduno di Roma, mi hai fatto ricordare che deve essere stato quello del 1976, cioè il primo. Infatti io ero in sevizio a Gaeta e venimmo a Roma ospitati in casa di una mia cugina.Infatti con mia mamma,che abitava con noi,oltre che i ragazzi,andò a farle compagnia per quella notte,anche una sua cognata.Avevo saputo da amici dell'esistenza del giornalino già da tempo, ma la mia raccolta inizia con il n.1, gennaio-aprile 1981.Certamente avrò iniziato prima, però non pensavo di conservare le copie. Strano però che non abbia partecipato a quello del 1988.Erano già 4 anni che ero in servizio a Roma dove avevo casa.
Bei tempi ragazzi, come dice Silvano.
Cisi

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
08/06/2012 16:02 #12978 da Narrante
Silvano è un asmarino libero!
Va, viene, ritorna se ne rivà, è in continuo movimento...è un tipo che spia: è uno spione!
NOOOOO!
Silvano l'ha già fatto presente molte volte: il suo PC è sempre acceso è ha la spunta perennemente inserita sul riquadro: ricordami!
Quindi vedete che ci sono, ma in realtà vedete solo che sono collegato magari sto invece svolgendo attività relative al mio lavoro...son mica un pensionato nullafacente io....
Ciao a tutti!
Silvaniopolis...

Provo a fare una capatina in chat: Chi c'è c'è...chi non c'è non c'è!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.949 secondi